Talisman

Tecnologie di Assistenza personalizzata per il Miglioramento della qualità della vita

Il progetto Talisman ha lo scopo di definire, progettare e realizzare l’infrastruttura a supporto della fragilità attraverso l’integrazione di sistemi avanzati di assistenza remota territoriale e servizi di supporto come tele-monitoraggio, teleassistenza, tele-cooperazione e tele-riabilitazione.

Punti di forza:

  1. La collaborazione di personale medico e scientifico nel design funzionale del serious game
  2. La centralizzazione automatica dei dati dei pazienti, con la presenza di un’interfaccia di controllo per medici e cliniche (potenzialmente integrata nella piattaforma sanitaria).
  3. La possibilità di controllare l’applicazione vocalmente
  4. La possibilità di un canale di socializzazione controllato per pazienti fragili a rischio isolamento

Target:

Istituzioni sanitarie (cliniche, RSA, ospedali)

Uses Cases:

Piattaforma di incentivo alla terapia per il paziente:

Talisman-app permette ai pazienti cronici di essere costantemente seguiti e incoraggiati durante la terapia. L’applicazione può essere usata per settare alerts regolari per l’assunzione di farmaci, o per ricordare diete e sessioni di esercizio fisico previste (coadiuvate, nel caso di camminate e corse, dalla funzionalità di contapassi, e potenzialmente dall’integrazione con la soluzione Talisman-kinect).
Il sistema di rewarding virtuale previsto può aumentare il senso di appagamento nel seguire la terapia.I risultati ottenuti possono essere condivisi con medici, parenti, amici ed altri pazienti.

Per lo scopo, si può valutare una versione “social-only” dell’applicazione rivolta ad amici e parenti dei pazienti, o pià semplicemente la possibilità di condividere gli achievements esistenti sui principali social networks.

Raccolta continuativa di dati clinici:

Talisman-app prevede il salvataggio dei dati raccolti dall’applicazione in un db centralizzato, andando a fornire un resoconto sull’osservanza della terapia da parte del paziente (posto che sia fatto un utilizzo sincero dell’applicazione), nonché dei dati aggiornati periodicamente del contapassi.

Inoltre, nel caso in cui la soluzione sia utilizzata all’interno della piattaforma sanitaria, i dati ottenuti da Talisman-app sono automaticamente correlati ad altri dati strutturati raccolti nella piattaforma, e sono consultabili insieme alle cartelle cliniche, alle registrazioni/trascrizioni delle visite in teleconferenza, ai dati forniti da sensori wearables, e a tutti gli i dati raccolti sul paziente (se si hanno le autorizzazioni necessarie).

Il progetto ha anche l’ambizione di costruire una piattaforma per la creazione e la gestione di comunità, in grado di garantire l’interazione fra pazienti e personale sanitario esterno secondo modalità di gamification, utile anche per allenare le capacità cognitive e mnemoniche dei participanti, nonché in grado di abilitare social networking al fine di migliorare l’inclusione sociale. Il progetto mira infine a realizzare un’infrastruttura tecnologica, basata su un modello informativo ispirato ai principi del Population Health Management (PHM) e un framework estremamente innovativo, basato sull’intelligenza artificiale, caratterizzato da un approccio basato sul paradigma “Big Data Cognitive Environment” alla classificazione e al confronto dei dati, con lo scopo di realizzare un cruscotto applicativo utile a strutture e operatori socio-sanitari per reperire in modo semplice e intuitivo informazioni utili per la ricerca da grandi moli di dati di letteratura scientifica in campo medico

EradiCARE

Il progetto EradiCARE ha come finalità quella di innovare il processo di monitoraggio del paziente in clinica nelle fasi di diagnostica e di definizione del protocollo terapeutico e nella  fase successiva di mantenimento terapeutico mediante una piattaforma di tele-monitoraggio.

Alla base del progetto vi è una innovazione di servizio dal punto di vista clinico terapeutico e informatico-digitale.

La piattaforma digitale si propone come l’elemento integratore dei servizi clinici e il repository in cloud di tutti i dati in tempo reale provenienti dai sensori intelligenti ed attinenti i singoli prodotti pilota che saranno oggetto della ricerca o da strumenti diagnostici digitalizzati già in uso di cui è consentita industrialmente l’integrazione (data fusion) al fine di offrire al clinico una sintesi dei dati attivi sul paziente e per valutare in tempo reale, l’efficacia del trattamento.

La piattaforma di tele-monitoraggio diventa così il primo elemento a valore aggiunto per la gestione di servizi clinici innovativi.

La piattaforma, basata su una tipica architettura innovativa multilivello a servizi (SOA – Service Oriented Architecture), scandita da eventi (EDA – Event Driven Architecture) è realizzata con prodotti e tecnologie open source.

I servizi Web consentiranno di erogare le seguenti di funzionalità integrate:

  • Servizi di autenticazione;
  • Servizi di crittografia e sicurezza;
  • Gestione eventi;
  • Messaggistica;
  • Invio e ricezione dati;
  • Reporting e Dashboard.

Il tipico funzionamento delle architetture SOA, consente di potersi astrarre dalle singole logiche di programmazione e di essere altresì svincolata dai linguaggi di programmazione utilizzati per creare ulteriori futuri servizi o per interfacciarne di nuovi.

Il progetto è in linea con quanto pubblicato su Agenda Digitale dell’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prevede di attivare una rete centri clinici-medici-territorio, per monitorare i pazienti, assisterli nelle malattie croniche e favorire la prevenzione.

FabriCare

Il progetto FabriCare è un ambizioso progetto che si propone di implementare, un processo innovativo per gestire il ciclo di vita di un nuovo prodotto, ovvero una tipologia di protesi ibrida attualmente non presente sul mercato, altamente personalizzata, con interfaccia bioattiva in titanio poroso.

L’adattabilità e la conformità alle esigenze specifiche del paziente è assicurato da un meccanismo di misurazione ed emulazione dell’intervento di sostituzione dell’arto o dell’articolazione estremamente preciso, supportato da tecniche di Virtual Reality e Mixed Reality, che consentono di simulare esattamente in tre dimensioni l’introduzione della protesi nell’individuo, in modo da garantire la perfetta rispondenza ai parametri clinici richiesti.

Live Art

PROGETTO COFINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA – FESR Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Promozione del patrimonio culturale – Programma Operativo Regionale del Lazio – Avviso Pubblico “L’impresa fa Cultura”

Il progetto LIVE ART ha individuato l’area archeologica di Pyrgi come luogo per la valorizzazione della cultura del Lazio. La città portuale etrusca è collegata all’antica Caere, dove il Castello di Santa Severa con la sua stratificazione storica consente di realizzare un evento pilota di alto significato storico. Il complesso è costituito dal Castello con la Rocca, la Torre Saracena, il Borgo medievale, le chiese di Santa Maria Assunta di S. Severa e S. Lucia.

Con la collaborazione del Museo del Mare e della Navigazione Antica presso il Castello di Santa Severa, ECUBIT ha sperimentato la nuova piattaforma tecnologica LIVE ART.

Tramite tecniche di realtà virtuale, è stata realizzata una ricostruzione di un ambiente storico tridimensionale simulato, dove è possibile inserire Performer reali, per rivivere scene di vita tipiche del passato. La località storica in tal modo si anima con pillole di vita dell’epoca per rendere più comprensibile al largo pubblico la storia e il ruolo del Castello nel tempo passato. Un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, che implica la produzione di contenuti inediti e di scenografie appositamente studiate per contribuire alla valorizzazione della località storica e capaci di stimolare la conoscenza del turista.

I format narrativi usati offrono inoltre strumenti per la comunicazione interattiva basati su comandi gestuali e vocali, che aumentano ulteriormente il coinvolgimento degli spettatori e forniscono ausili per approfondimenti, favorendo la divulgazione culturale e scientifica.

 Visita il sito web liveart.ecubit.it

 Area tematica: Beni Culturali

Fase del progetto: Divulgazione

Tempi di realizzazione del progetto: 12 mesi

Investimento del progetto: € 226.300,00

Contributo concesso: € 69.547,90

FONDI EUROPEI: http://www.europa.eu

POR LAZIO FESR:

https://cohesiondata.ec.europa.eu/programmes/2014IT16RFOP010

https://ec.europa.eu/regional_policy/EN/atlas/programmes/2014-2020/italy/2014IT16RFOP010